Diventate un bene di lusso o quasi e vendute illegalmente a prezzi spropositati le mascherine devono essere usate con attenzione come ogni presidio sanitario. Chi utilizza una mascherina per ridurre la diffusione del coronavirus, deve sapere non solo come indossarla, ma anche come toglierla e come smaltirla in modo corretto. Altrimenti questi dispositivi “invece di proteggere possono diventare una fonte di infezione, per via dei germi che potrebbero depositarsi sopra”. A spiegarlo è l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che ha rilanciato il 1° marzo con un tweet le informazioni illustrate su un videotutorial pubblicato sul portale.

Prima di capire come utilizzare le mascherine, bisogna innanzitutto ribadire chi deve usarle. “Indossa una maschera se hai la febbre, tossisci e hai difficoltà respiratorie. Se sei invece sei in buona salute – sottolinea l’Oms – devi farlo solo se ti stai prendendo cura di una persona con sospetta infezione 2019-nCoV”. Le mascherine, inoltre, sono efficaci solo se utilizzate in combinazione con una frequente pulizia delle mani.

Il vademecum dell’Oms, parte quindi proprio da qui.

1 Prima di indossare una mascherina, pulire le mani con un disinfettante a base di alcol o con acqua e sapone.

2 Nel coprire la bocca e il naso, assicurarsi che non vi siano spazi tra il viso e la mascherina, facendo in modo che quest’ultima copra fin sotto il mento.

3 Evitare di toccare la mascherina mentre la si utilizza e, se necessario farlo, pulire prima le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone.

4 Sostituire la mascherina con una nuova non appena è umida e non riutilizzare quelle monouso.

5 Per togliere la mascherina, rimuoverla da dietro e non toccare la parte anteriore del dispositivo.

6 Dopo averla tolta, buttarla immediatamente in un contenitore chiuso e pulire in modo adeguato le mani.